Il padre e la figlia

Il padre e la figlia

di Marianna Verona
ASD Fujisan – Maestro F. Verona

Mi chiamo Marianna, sono nata a Massa il 2 gennaio 1971.

Ho cominciato fin da bambina a “respirare l’Aikido”: mio padre, Francesco Verona 6° dan Honbu Dojo mi ha introdotto alla pratica di quest’arte marziale densa di risvolti spirituali e culturali tanto da essere considerata ancor prima di una disciplina sportiva, una filosofia di vita che porta ad armonizzarci in primis con noi stessi e quindi col mondo circostante.

Ho praticato con mio padre diversi anni dal 1980 superando il passaggio di grado kyu dal 9° al 1° con i maestri Hosokawa e Fujimoto; la cintura nera è venuta più avanti, nel 2003… esaminata proprio da mio padre Francesco… per diversi anni l’ho affiancato nel Progetto Ludico Motorio promosso dal C.O.N.I. , insegnando le basi dell’Aikido, ai bambini di varie scuole primarie della provincia di Massa Carrara.

Nonostante mi sia presa una pausa dalla pratica sul tatami per molti anni, l’Aikido è sempre stato un riferimento nell’agire quotidiano nel rapporto con l’altro: umiltà, sacrificio, rispetto sono i valori intrinseci che ho appreso praticando con mio padre e che mi accompagnano costantemente.

Fra i vari insegnamenti ricordo che mio padre era solito citare una frase del secondo Doshu, Kisshomaru Ueshiba, tanto da farne un proprio motto:

“Non guardare semplicemente gli occhi del tuo avversario , perché essi assorbiranno la tua mente .
Non guardare … guarda oltre”

Guarda oltre! Vai oltre… oltre la cattiveria l’invidia e la supremazia, perché tutto ciò appartiene alla gente piccola!

La scomparsa di mio padre è stata un duro colpo per me, per i suoi allievi per l’aikido locale, per tutti quelli che lo hanno conosciuto ed apprezzato come atleta e uomo estremamente generoso, ligio nel rispetto dei principi inerenti la serietà che deve avere un maestro verso l’ allievo: perciò ho intrapreso e vinto una battaglia legale in difesa del suo nome “buttandoci l’anima” come era solito fare lui sul tatami.


Dopo quasi vent’anni di pausa sono tornata a praticare aikido per amore filiale, per rendere giustizia al suo operato di Maestro e Presidente della Sua Associazione, e nel 2019 il Maestro Genovesi Marino mi ha conferito il 2° dan.

Con un gruppo di amici abbiamo costituito un associazione sportiva dilettantistica che porta il nome di mio padre e di cui sono Presidente e pratichiamo secondo i suoi insegnamenti e nel suo ricordo contro ogni forma di lucro ed interesse politico.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi