L'altro Tatami
Il primo impulso sarebbe di parlare di "Fuori dal tatami". Non sarebbe ben centrato: man mano che la  consapevolezza del praticante aumenta, e non ha nulla a che fare con la crescita tecnica, il suo tatami si allarga, fino a comprendere tutto il suo mondo, ogni attimo della sua vita. Tutto è da lui visto, da lui fatto, da lui amato e combattuto, con gli occhi di chi vive l'aikido.

La ricerca: del tempo non perduto

di Paolo Bottoni Una delle possibili chiavi di una ricerca personale nelle radici della cultura giapponese è la visita di alcuni luoghi topici. Va chiarito immediatamente che si tratta di un tentativo non sempre destinato ad andare a buon fine, perché le trasformazioni del territorio nipponico sono state radicali e


Leggi tutto

Angoli, linee e libertà!

di Paolo Narciso In natura non esistono angoli retti, ma in Giappone si. Come italiano la frase ordine e disciplina mi evoca immediatamente un recente e controverso periodo della storia del mio paese. Qui, nel Sol Levante, la cosa prende una connotazione piuttosto differente. Cominciamo col dire le che le


Leggi tutto

Grande pancia. Grande samurai?

Alcuni anni orsono l’Associazione Italiana per la Spada Giapponese ha organizzato un seminario sul nihontô, seguito il giorno seguente da una visita guidata al Museo Stibbert, due eventi importanti quanto interessanti. Una armatura posta nella sezione giapponese di questo magnifico e impressionante museo di Firenze, per la verità seminascosta all’interno


Leggi tutto

Non vedo. Non sento. Non parlo.

di Paolo Bottoni Dà da pensare… le tre famose scimmiette che rispettivamente non vedono, non sentono, non parlano (ma in realtà si dividono un unico non compito) sono universalmente da noi conosciute e considerate come esempi negativi. Rappresentanti per eccellenza della trascuratezza, della ignavia, della pusillanimità. Ma siamo sicuri che


Leggi tutto

Tempo e spazio, il tessuto delle relazioni della mente giapponese.

di Paolo Narciso Tokyo, primi giorni di questo viaggio. Come sempre resto colpito del cielo dell’ Asia, così diverso anche quando è sereno. L’altro ieri c’è stato un tifone, il più grande degli ultimi venti anni. Almeno cosi dicono. L’aria è pulita e tira ancora un vento forte. Posso sentirlo


Leggi tutto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi